Rivista per le Medical Humanities

«I medici si occupano di capire i limiti e di valutare se e quando una persona sia sveglia e abbia la capacità di cogliere la presenza del mondo circostante, verificando il carattere volontario e consapevole delle sue azioni. La nosologia in questo ambito è in costante evoluzione e non sempre i confini sono ben definiti. Sono molte le questioni cliniche, etiche e giuridiche poste dagli stati di alterazione transitoria della coscienza – in ambito fisiologico (sonno) e patologico (l’epilessia, i disturbi psichici, il coma) –, nonché dagli stati di alterazione persistente della coscienza (dovuti ad esempio a lesioni cerebrali) o progressiva, come nel caso delle demenze».

top